Virtualizzazione e cloud, Italia in vantaggio

97

Symantec ha annunciato i risultati dell’indagine 2011 Virtualization and Evolution to the Cloud Survey, che ha esaminato le modalità in cui le aziende intendono spostare le applicazioni business-critical su ambienti virtuali e cloud ibride

L’indagine ha evidenziato alcune tematiche quali la virtualizzazione dei server, del client e dello storage, lo Storage-as-a-service e le tecnologie di cloud ibride/private. I risultati mostrano una disparità tra le aspettative e la realtà nel modo in cui le aziende adottano queste soluzioni. L’indagine è basata su oltre 3.700 intervistati provenienti da 35 Paesi in tutto il mondo, di cui 200 italiani. Rispetto alle aree geografiche, l’Italia risulta in leggero vantaggio per quanto riguarda la diffusione della virtualizzazione dei server (il 77% delle aziende sta italiane sta implementando la virtualizzazione di server contro il 45% delle aziende globali) e la propensione all’adozione di cloud ibride/private (48% delle realtà italiane contro il 35% globale). In generale, per le imprese nostrane, i progetti di virtualizzazione dei server sono stati quelli che hanno riscosso maggiore successo, con una differenza media di soli cinque punti percentuali tra gli obiettivi iniziali e quelli raggiunti, in linea con il resto del mondo. Il divario maggiore è stato registrato per le cloud ibride/private con il 46%. Queste disparità sono tipiche dei mercati allo stadio iniziale in cui le aspettative non vanno di pari passo con la realtà. Man mano che i mercati di virtualizzazione e cloud continueranno la loro maturazione, ci aspettiamo di vedere queste lacune colmate.
Le aziende che stanno investendo sulle tecnologie di virtualizzazione e di cloud ibride/private tendono a seguire un percorso simile: iniziano a virtualizzare le applicazioni meno critiche come gli ambienti di test e sviluppo e proseguono poi con applicazioni di maggior importanza come email e collaboration; linee di business; eCommerce e supply chain; e ERP/CRM. Anche le aziende italiane non si discostano da questa tendenza: delle grandi aziende che stanno implementando la virtualizzazione, più della metà (57%) prevede di virtualizzare applicazioni del database nei prossimi 12 mesi; il 68% ha pianificato di virtualizzare le applicazioni Web e il 67% le mail e le applicazioni del calendario.