Ca World: verso un’infrastruttura business service centrica

300

Si basa su cinque pilastri la roadmap di Ca che conduce a un incremento dei livelli di servizio garantiti dall’IT al business, abbattendone contestualmente i costi

Nella “nuova normalita’” dell’IT, rappresentata da budget sempre piu’ ristretti (come conseguenza di una situazione economica mondiale all’ombra della recessione), l’Information Technology sta attraversando un momento di pesante trasformazione, spingendo i Cio a concentrarsi non piu’ solo sulla gestione dell’infrastruttura, sulla manutenzione e sulla operatività, ma sull’ottimizzazione dei servizi di business erogati in un’ottica d’innovazione e di crescita.
E’ stato questo il primo messaggio lanciato da David Dobson, Executive vice president e group executive del gruppo Customer solutions di Ca Technologies, nel suo discorso di apertura della User conference di quest’anno.
“Di cloud se ne parla da vent’anni, ma da due anni, in perfetta corrispondenza con la crisi, questo tema e’ diventato un’opportunita’ reale – ha sottolineato Dobson -. Ormai tutti chiedono di fare di più con meno, di sviluppare una maggiore agilità ed escogitare sistemi più efficienti per sostenere l’attività aziendale. Queste dinamiche stanno producendo una fase di trasformazione che rappresenta da una parte una straordinaria opportunità di differenziazione competitiva e dall’altra una sfida impegnativa dal punto di vista strategico.”
D’altra parte, pero’, nuove opzioni infrastrutturali creano nuove complessita’, spingendo a un rinnovamento nel modello di gestione che secondo Ca non puo’ prescindere da una impostazione business service centrica. “La forza della nostra proposizione sta nel consentire ai Cio di attenuare questa complessità, automatizzando i processi essenziali e operando decisioni più informate per la pianificazione di interi ambienti informatici multivendor e multipiattaforma, dal mainframe al cloud computing. In questo modo i responsabili IT possono destinare tutte le risorse necessarie per l’innovazione e la crescita, anziché rimanere bloccati nella gestione di manutenzione e operatività ordinaria”.
Cinque sono i pilastri su cui si basa la roadmap di Ca per portare tutto il valore dei business service all’interno delle aziende, cinque punti di accesso su cui ogni impresa puo’ struttrare il proprio percorso di crescita. In dettaglio sono: Model (la progettazione e il deployment di servizi compositi che vengono ottimizzati tramite la modellizzazione e la simulazione di performance, integrazioni, sicurezza, fabbisogno di capacità e costi): Assemble (bundle dei vari servizi in ambienti mainframe, distribuiti e virtualizzati): Automate (ossia customizzazione e sviluppo delle soluzioni in tempi brevi per orchestrare i servizi nei diversi ambienti); Assure (che consiste nell’applicazione del monitoraggio, dell’analisi predittiva e dell’ottimizzazione della performance all’intera catena del valore dell’IT per garantire i livelli di servizio e l’affidabilità): infine, Secure (che attraverso l’incorporazione della sicurezza nel cuore del sistema garantisce la protezione di asset e informazioni, mentre gli accessi vengono controllati in modo intelligente in base alla sensibilizzazione, al contenuto e all’identità).
”Tutto questo – ha sottolineato Dobson – e’ garantito dal portafoglio d’offerta di Ca, un portfolio che e’ frutto di acquisizioni mirate e forti investimenti in sviluppi interni. Proprio attraverso l’acquisto di specifiche aziende abbiamo, infatti, ampliato il ventaglio delle nostre soluzioni, introducendo concetti come la modellizzazione e la simulazione dei servizi garantiti da Ca Lisa (derivante dall’acquisizione di ITKO), l’analisi predittiva di Ca Capacity Management (conseguente all’acquisizione di Hyperformix) e le funzionalità ‘clone & click’ della piattaforma Ca. La vera forza scaturisce, tuttavia, dall’incontro fra l’acquisizione di queste tecnologie all’avanguardia e la nostra offerta di soluzioni e servizi core: attraverso l’integrazione di tutte queste funzionalità su un’unica piattaforma comune siamo, infatti, in grado di mettere a disposizione dei clienti innovazioni nei servizi di business capaci di conferire all’IT vantaggi senza precedenti”.