Ibm punta al social business

113

La prossima versione di Ibm Connections sarà più “social”, ed è in arrivo SmartCloud for Social Business con nuovi servizi. Così Big Blue rinnova il modo di comunicare e condividere

Big Blue ha annunciato la sua strategia per applicare le logiche dei social network alle attività di business, attraverso nuovo software e nuovi servizi, aprendosi anche alla tendenza “bring your own device”, che consente l’uso in azienda di ogni genere di dispositivo personale.

Già a dicembre erano state presentate otto nuove app liberamente scaricabili per i dispositivi mobili più diffusi, come Lotus Notes Traveler per iPad. Le app Ibm, disponibili gratuitamente per utenti di Ibm Connections, LotusLive Meeting e Sametime, permettono una gestione dei contenuti in stile social networking, la partecipazione a meeting online e la messaggistica istantanea. Inoltre Ibm Lotus Symphony Viewer consente di accedere e visualizzare su dispositivi iOS e Android documenti basati su standard Odf.

Nel corso del 2012 verranno invece rilasciate le nuove versioni delle applicazioni di social collaboration, già annunciate in occasione dell’ultimo LotuSphere e disponibili come beta. Il nuovo software sarà basato su standard aperti e consentirà un approccio diverso alla posta elettronica e alle comunicazioni business denominato Activity Stream. Il sistema consentirà agli utenti di avere immediatamente sott’occhio informazioni provenienti da Twitter, LinkedIn, Facebook, Sap e Salesforce, oltre a tutti gli altri servizi costruiti sugli stessi standard aperti e ai contenuti aziendali. Con il lancio di IBM Connections 4 arriveranno anche i nuovi servizi cloud per il social business, che integrano anche funzioni avanzate di business analytics e reti collaborative più veloci attraverso Ibm SmartCloud.