Citrix è anche collaboration

335

GoToMeeting è il servizio di collaboration che permette alle aziende di tutte le dimensioni di comunicare con gli impiegati, i prospect e i clienti sparsi in tutto il mondo. Unisce condivisione dello schermo, audio e video ad alta definizione per fornire un’esperienza di collaborazione completa e integrata

Citrix è conosciuta per le sue tecnologie legate alla virtualizzazione dei desktop. In verità essa ha al suo attivo anche una gamma di servizi e prodotti per la collaborazione. Di cui il più importante e conosciuto è GoToMeeting. “Effettivamente non ci siamo preoccupati molto fino oggi, ci dice Giuseppe Sacchetti, Channel Manager Citrix di farci conoscere o notare per questa attività ma per una ragione specifica. Essa era al servizio della nostra attività principale oppure, come nel caso di GoTo, ancora appannaggio delle acquisizioni fatte e quindi gestita al nostro interno in modo autonomo. Con il completamento dei servizi acquisiti o sviluppati abbiamo modificato la strategia e ora vendiamo direttamente anche i servizi di collaboration, tra cui oltre a GoToMeeting, sono da segnalare per la rilevanza assunta anche in Italia GoToWebinar e GoToManage”. Con due limitazioni se così si possono chiamare. I circa 200 partner di Citrix che si occupano dei servizi GoTo offrono questi servizi esclusivamente a utenze enterprise o prospect, avendo scelto l’azienda, per il momento, con un approccio top down.

 

Dal GoToMeeting al GoToManage
GoToMeeting, come si diceva, è il servizio di collaboration che permette alle aziende di tutte le dimensioni di comunicare facilmente con gli impiegati, i prospect e i clienti sparsi in tutto il mondo. Unisce condivisione dello schermo, audio e video ad alta definizione per fornire un’esperienza di collaborazione completa e integrata. Gli utenti possono aumentare ulteriormente la loro mobilità partecipando alle riunioni sui loro dispositivi iPad, iPhone o Android. A proposito di iPad, Citrix ha appena provveduto a un importante aggiornamento che, integrando la tecnologia per videoconferenza HDFaces (http://bit.ly/gotomeetingipad) che semplifica e migliora l’accesso alla tecnologia video di GoTo, di fatto realizzando una semplice ma effettiva o quasi alternativa al face-to-face. In seconda posizione si può citare GoToWebinar, un servizio per gestire in modo semplice eventi Web in autonomia ospitando fino a 1.000 persone ad una tariffa fissa. Gli utenti possono quindi raggiungere e coinvolgere un ampio pubblico senza allontanarsi dalle loro scrivanie. E’ possibile anche semplificare le comunicazioni aziendali e condurre seminari on-line con centinaia di partecipanti eliminando problemi logistici e di spostamento. I distributori di Citrix, per esempio, usano questo servizio per corsi di formazione ai rivenditori.
C’è poi GoToManage che fornisce ai clienti di GoTo Meeting la protezione remota, ossia sia il supporto remoto degli utenti sia il supporto non presidiato e, in aggiunta, il monitoraggio proattivo di un’intera infrastruttura IT. Il modulo di gestione remota consente sia il supporto on-demand live per utenti PC e Mac sia l’accesso non presidiato a server e workstation. Il modulo di monitoraggio è ideale per il monitoring proattivo di server e servizi critici. Grazie alle opzioni di mobilità, i tecnici IT hanno la capacità di fornire supporto ovunque si trovino e di gestire le reti da qualsiasi ubicazione e in ogni momento. Un altro servizio è GoToTraining che permette agli utenti di effettuare sessioni di training interattivo con clienti e impiegati, direttamente dalle rispettive scrivanie. Una accenno anche a ShareFile, la linea di prodotti che consente alle aziende di qualsiasi dimensione di archiviare, sincronizzare e condividere in modo sicuro documenti aziendali e file, sia internamente che esternamente. La funzione di archiviazione cloud centralizzata di ShareFile consente inoltre agli utenti di condividere file tra più dispositivi e di accedervi da qualsiasi località, inviando e ricevendo file fino a 10GB.

 

 

Concorrenza difficile
GoTo rappresenta la risposta di Citrix sostanzialmente al servizio Webex di Cisco. “Il nostro però, precisa Sacchetti, è l’unico di un vendor di soluzioni di virtualizzazione a fornire una risposta end to end mentre il nostro competitor deve ricorrere a terzi per questa integrazione”. Si avverte inoltre da parte di Citrix la volontà di portare avanti una strategia di collaboration in sintonia con quella mobile, definita in occasione dell’evento Synergy di San Francisco. Un’abbinata che dovrebbe dare maggiore spinta a entrambe le modalità di lavoro, enfatizzando i benefici.