L’accesso al credito per partner e utenti finali

423

Il servizio“Itway Channel Financing” va in questa direzione: già una ventina mediamente i finanziamenti conclusi al mese, grazie anche a Ibm Global Finance

Pochi mesi fa Itway VAD, distributore a valore aggiunto specializzato nel mercato della sicurezza informatica, dell’infrastruttura (dai server allo storage) e della virtualizzazione, ha lanciato Itway Channel Financing, avvalendosi del supporto di un ristretto gruppo di finanziarie, tra cui Ibm Global Finance. Si tratta di un servizio che offre ai propri partner di canale e agli end user la possibilità di accedere a diverse forme di agevolazioni finanziarie studiate appositamente per soddisfare le esigenze dei clienti finali e negoziate direttamente dal VAD.
Due sono le principali tipologie di supporto offerte da Itway Channel Financing, personalizzabili in base alle singole necessità: il finanziamento finalizzato e la locazione operativa. L’esperienza di questi mesi, come ci ha illustrato Michele Papa, country manager per l’Italia di Itway VAD, ha dimostrato che sono soprattutto gli utenti finali ad avvalersi il più delle volte di questa facilitazione. Sono loro che negoziano con la controparte finanziaria alla resa dei conti, noi ci poniamo come degli agevolatori, fornendo un primo livello di informazioni creditizie, in aggiunta alla garanzie sul prodotto. “Ci riteniamo una realtà particolarmente attenta – precisa Papa – alle indicazioni provenienti dagli operatori del canale, che ci segnalano in modo sempre più deciso il problema rappresentato dall’accesso al credito. E’ questo il motivo che ci ha spinti a impegnarci in prima persona per offrire a rivenditori e system integrator una serie di strumenti finanziari che rappresentano un valido aiuto per il business. La partenza è stata buona, con una media di una ventina di finanziamenti al mese”.

Non si tratta di una novità per il mercato. Semmai la novità sta nel fatto che a promuoverla sia un distributore a valore aggiunto, rivisitando una formula e inserendola come un pezzo di consulenza aggiuntiva.
Il finanziamento finalizzato, a tasso zero, si rivolge a tutti i clienti finali che hanno necessità di acquisire direttamente la proprietà e la gestione di un bene. Il pagamento è dilazionato nell’arco di un anno attraverso il versamento di rate trimestrali, senza costi aggiuntivi. Sono inoltre numerosi i vantaggi per il rivenditore, come la possibilità di evitare l’utilizzo del fido e la velocità dell’incasso.
La locazione operativa è dedicata a tutte le realtà che hanno l’esigenza di utilizzare un bene per un periodo di tempo determinato, senza diventarne proprietari, ma sottoforma di servizio. Grazie a questo strumento, l’utilizzatore finale della tecnologia può noleggiare quanto necessario pagando un canone di locazione, senza sostenere l’intero prezzo di acquisto. La locazione operativa ha effetti positivi diretti sulla liquidità di cassa e rende possibile l’intera deduzione degli importi versati.
Attualmente la formula preferita è la prima e serve soprattutto allo sviluppo del business della sicurezza It, quello di estrazione di Itway, in cui si è ulteriormente rafforzata di recente con l’accordo con Blue Coat. Due i ruoli ricoperti: in primis far crescere un canale addizionale di partner con l’obiettivo di indirizzare le soluzioni Blue Coat nel mondo della web security. In secondo luogo, ma non meno importante, ha l’obiettivo di costruire un canale strutturato per proporre al meglio le soluzioni di Wan optimization, in virtù della solida conoscenza del mercato della virtualizzazione, sviluppata da Itway negli ultimi anni. “Al momento – dice ancora Papa – non esiste un distributore che vanti competenze in ambito virtualizzazione e nello stesso tempo nei tradizionali settori di mercato”.