Troppo contante: costa tanto ed è gestito male

450

Wincor Nixdorf ha investito risorse per ripensare la gestione del ciclo del contante attraverso un approccio combinato di tecnologie, re-design e automazione dei processi, al fine di garantire concreti miglioramenti in termini di efficienza, sicurezza e trasparenza operativa/contabile

L’Europa continua a fronteggiare enormi costi derivanti dall’incremento del contante in circolazione. Il rapporto (Euro Cash/Gdp) nell’Eurozona è ora più del doppio di quello US, principalmente a causa della situazione di alcuni Paesi, fra cui l’Italia, che presentano elevati tassi di utilizzo del cash. Ciò comporta enormi costi complessivi per il sistema economico nel suo complesso. In Italia, nonostante la “lotta al contante”, circolano ancora 143 miliardi di euro in banconote e quasi 4 miliardi in monete, per un totale di 2.491 miliardi di pezzi. Il costo della gestione del contante ammonta a circa 10 miliardi di euro l’anno in Italia e 50 miliardi nell’eurozona, secondo dati di Wincor Nixdorf. Le principali motivazioni dell’elevato utilizzo delle banconote sono identificabili sia nella percezione diffusa del contante come strumento di pagamento più sicuro e dal costo quasi nullo rispetto agli altri, sia nella non tracciabilità delle sue movimentazioni per i pagamenti legati al mondo dell’economia sommersa.

Wincor Nixdorf ha investito da tempo risorse con l’obiettivo di ripensare la gestione del ciclo del contante attraverso un approccio combinato di tecnologie, re-design e automazione dei processi, al fine di garantire concreti miglioramenti in termini di efficienza, sicurezza e trasparenza operativa/contabile. E’ stata sviluppata un’offerta in modo da poter automatizzare completamente i processi di gestione del cash nei punti vendita e nelle filiali bancarie, creando e generando cicli chiusi di gestione del contante, e abbreviando la necessaria catena logistica di trasferimento da un settore all’altro. Ciò avviene attraverso l’ingegnerizzazione di sistemi di gestione del contante analoghi nei due ambienti Retail e Banca, certificati costantemente da Banca Centrale Europea in termini di gestione del denaro, e uniformati inoltre da unico concept di “cassetto intelligente” destinato all’acquisizione, l’erogazione e la custodia delle banconote, e in grado di dialogare con tutti i differenti dispositivi presenti nei negozi e nelle filiali bancarie. Un chip intelligente integrato in ogni cassetto memorizza tutte le informazioni inerenti al denaro contenuto in ogni instante, dalla sua provenienza alla sua possibile destinazione, e garantisce una completa tracciatura della sua movimentazione e gestione. In particolare, nel commercio al dettaglio è possibile creare un ciclo chiuso di contanti tra l’area Pos e l’area di back office negozio, tracciando ogni singolo movimento fisico di contante e rendendo superflua l’attuale attività di gestione manuale del denaro proveniente da ogni singolo operatore. Ciascun modulo ha, infatti, già dialogato con il sistema informativo e provveduto alle operazioni di conteggio e certificazione. Attraverso il collocamento automatico del contante nei cassetti intelligenti, il denaro incassato dal punto vendita può successivamente essere trasferito direttamente nelle strutture dell’Istituto bancario di riferimento, consentendogli di accreditare l’importo sul conto corrente del retailer e di riutilizzare il denaro nelle proprie apparecchiature Bancomat, eliminando in tal modo la necessità di ulteriori passaggi di trasporto, quadratura e lavorazione presso le sale conta degli operatori specializzati.

 

70 funzionalità
Wincor Nixdorf ha appena completato l’installazione di 105 sistemi per il ricircolo dei contanti della nuova linea Cineo presso le filiali di Montepio Bank, uno dei maggiori istituti finanziari del Portogallo. L’installazione dei sistemi, provvisti di moduli per la lettura di libretti di risparmio e il deposito di contanti; gestirà la manutenzione dei sistemi per un periodo di tre anni.
Montepio Bank è uno dei pochi istituti finanziari portoghesi, una cooperativa con circa 500mila soci, che possiede una propria rete di sportelli automatici, chiamata “Chave24”. Come avviene abitualmente in Portogallo, la banca mette a disposizione dei propri clienti un’ampia gamma di operazioni attraverso questi sistemi. I sistemi di ricircolo del contante Cineo 4080 possono essere infatti utilizzati non solo per versare o prelevare contante, ma anche per effettuare numerose altre transazioni. Ad esempio, i clienti della banca possono pagare le bollette, versare assegni o ricaricare carte telefoniche prepagate, per citare solo alcune delle 70 funzionalità disponibili.
“In Italia stiamo spingendo molto il tema della gestione del contante e stiamo riscontrando positivi segnali da parte di importanti banche, con cui lavoriamo su diversi progetti. I tempi e le condizioni – afferma Stefano Salteri, Amministratore delegato di Wincor Nixdorf Italia – sono sicuramente maturi perché anche in Italia gli istituti bancari adottino tecnologie innovative per la gestione del ricircolo del denaro. Oggi l’attenzione al contenimento dei costi da parte del settore bancario sta aumentando l’attenzione su questo tema che consente la riduzione dei costi esterni ricorrenti con bassi investimenti e senza piani di riduzione del personale”.