103 Startup: il progetto nato in Trentino

182

Lo scopo è quello di creare nei prossimi quattro anni più di 100 nuove aziende che possano essere innovative nel settore dell’informazione, della comunicazione e delle Ict-tecnologie

Successivamente ai 20 milioni di euro che sono stati messi a disposizione dalla Provincia per sostenere lo sviluppo di imprese giovanili, per questo progetto sono già stati stanziati 7 milioni di euro sul budget del partner operativo Trento Rise e altri 6-7 per la fase che seguirà. 103 Startup, alla quale parteciperà anche la Fondazione Haref e il Gruppo Earlybird Venture Capital, si pone come obbiettivo quello di riuscire ad istituire in Trentino, nel corso dei prossimi quattro anni, più di 100 nuove aziende nell’ambiente della comunicazione, delle Ict-tecnologie e dell’informazione.

 

Il progetto segna un ulteriore passo avanti nel percorso intrapreso dal Trentino allo scopo di trasformarsi in uno dei primi smart territory d’Italia – ha spiegato la nota della Provincia di Trentoun territorio che, con la sua università e i suoi centri di ricerca, investe nell’economia e nell’innovazione, prova ne è il fatto che è diventato nodo di rete italiano (e unico per tutta l’Europa meridionale) dell’Eit-European institute of technology‘.

 

Il progetto verrà presentato prossimamente, attraverso un road show, nel nostro Paese e all’estero e metterà a disposizione un hub in cui le giovani imprese possano prendere vita. In questi quattro anni ci sarà una commissione valutatrice, i cui componenti saranno rappresentati da persone che sono attive sul mercato, che si impegnerà a misurare 2000 progetti circa. Ai vincitori verranno messi a disposizione i finanziamenti pubblico-privati e tutti gli altri servizi che che supportano l’idea di impresa.

 

Il Trentino ha già una base produttiva solida – ha dichiarato Lorenzo Dellai, presidente della Provincia autonoma di Trento  – e di questo siamo contenti: ma è necessario consolidarla attraverso robuste iniezioni di innovazione. Con questo progetto noi diciamo a giovani aspiranti imprenditori non solo trentini, ma italiani, europei e anche del Sud America: venite in Trentino ad aprire la vostra azienda‘.