Uber for Business, la piattaforma per gestire i viaggi aziendali

127

Con il lancio di Uber for Business sarà possibile gestire viaggi, spostamenti e fatture aziendali con la carta di credito eliminando i rimborsi delle note spese

Per gestire transazioni, pagamenti ed operazioni on line, tramite Pos e sportello bancomat, disporre di una carta di credito è indispensabile per privati ed imprese. Con la diffusione dei dispositivi mobile e delle piattaforme di e-commerce i pagamenti per mezzo di moneta elettronica sono divenuti all’ordine del giorno. Le banche hanno predisposto una vasta serie di soluzioni studiate appositamente per soddisfare le esigenze di tutte le tipologie di consumatori. Al fine di individuare una valida opportunità è possibile mettere le carte di credito più convenienti del momento a confronto avendo cura di selezionare quelle in linea con le caratteristiche richieste.

Dopo il successo e la diffusione capillare dei servizi e delle app di car sharing e car pooling è stata lanciata sul mercato la piattaforma Uber for Business che mira a fornire un servizio del tutto nuovo ai clienti business. Nel dettaglio, per mezzo di Uber, le aziende con meno di 250 dipendenti, creando un account legato alla carta di credito aziendale, potranno gestire viaggi, note spese, e persino fatture delle corse effettuate con Black, il servizio di noleggio conducente Ncc.

Così facendo il sistema dei rimborsi e delle spese di viaggio viene notevolmente semplificato con dei benefici diretti sia per i dipendenti che per le stesse società che riceveranno addebiti diretti sulla carta di pagamento prescelta. Uber for Business è al momento la soluzione più moderna per la gestione di viaggi e spostamenti dei propri dipendenti, inoltre la praticità di utilizzo di questo sistema per mezzo un’app accresce le potenzialità del servizio e la customer experience dei clienti.

Dal profilo aziendale si invitano i dipendenti che hanno necessità di spostamento così che questi ultimi non debbano preoccuparsi di farsi rilasciare fatture di pagamento che saranno in automatico attribuite al profilo aziendale, i vantaggi sono notevoli anche in termini di tempistiche in quanto si riducono le pratiche di rendicontazione.

Uber, attualmente, si occupa anche di trasporto tra privati per mezzo di un’app che mette in collegamento diretto passeggeri ed autisti in decine di città in tutto il mondo, pensata al fine di soddisfare e velocizzare le necessità di chi vuole muoversi nell’area metropolitana in tutta sicurezza. L’azienda che ha ideato e si occupa di distribuire il servizio è una società partecipata con Google ma è al momento alla ricerca di nuovi potenziali investitori al fine di potenziare il servizio. A seguito degli investimenti di Google Ventures, che l’anno scorso ha investito 250 milioni di dollari, oggi la società Usa è valutata 17 miliardi.