Carte di credito, ecco la tecnologia Token

431

Da aprile sarà introdotta nel mondo delle carte di credito la nuova tecnologia Token, che nasconderà il numero della carta: scopriamo come funziona

Carte di credito in continua evoluzione. La carta è infatti uno strumento prezioso per i consumatori al giorno d’oggi, utilizzata sempre più al posto dei contanti nella vita di tutti giorni, e fondamentale per i pagamenti sul web; non stupisce quindi che che stiano emergendo nuovi metodi volti a migliorare l’utilizzo delle carte. A partire dal mese di Aprile verrà infatti introdotta una nuova tecnologia, chiamata Token, su proposta di Visa. I consumatori, dopo aver messo Mastercard e i suoi prodotti a confronto con le altre carte di credito di American Express, Visa e degli altri operatori, e aver scelto la più idonea ai loro bisogni, potranno infatti godere di una nuova modalità di pagamento. Essa permette di non mostare il numero della carta durante le transazioni, al fine di avere maggiore sicurezza; scopriamo come funziona.

Un codice diverso per ogni pagamento con carta di credito

La tecnologia Token, che prevede la smaterializzazione della carta di credito, fa in modo che i dati della carta non vengano comunicati durante una transazione. Un codice numerico casuale (in sostituzione del numero della carta) verrà infatti assegnato ad ogni singola operazione eseguita, distinguendo anche fra pagamenti contactless e quelli dedicati ad acquisti online. Sarà possibile anche disattivare il token in caso di smarrimento del proprio smartphone, in modo da evitare frodi e truffe.

Uno dei principali vantaggi di questa tecnologia sarà proprio l’evitare il rischio che le carte vengano clonate. Allo stesso tempo verranno ridotti i sistemi e le applicazioni coinvolte nel processo di pagamento, rendendo più veloce la procedura e disponendo di standard di efficienza maggori. Il token archivierà i dati in maniera sicura dopo aver ricevuto l’autorizzazione al pagamento. L’introduzione in Europa fa seguito al successo già sperimentato dalla tecnologia Token negli Stati Uniti.

Il futuro: carte di credito e social network

Visa non si limiterà però al Token: la compagnia ha infatti intenzione di lanciare nuove iniziative in Europa. Alcune di queste sfrutteranno la sinergia fra carte di credito e social network, e saranno realizzate in collaborazione con Fastcash, azienda dedicata allo sviluppo di soluzioni di pagamento innovative.  Sembra infatti che i titolari di una carta di credito Visa potranno inviare denaro all’estero attraverso l’utilizzo dei propri profili social, come Facebook e Twitter.

Attraverso Token forse verranno attratti dall’uso delle carte di credito anche quei cittadini che le hanno sempre viste come un rischio di incorrere in truffe e frodi. Di fronte a una procedura ad elevata sicurezza potranno infatti godere in tutta tranquillità del vantaggio offerto dai pagamenti contactess. Ovviamente la nuova tecnologia sarà accolta con favore anche dai fedelissimi delle carte, che saranno ancora più incentivati al loro utilizzo.