Internet of Things, Microsoft apre un centro dedicato a Torino

378

A Torino sarà aperto il primo centro italiano dedicato all’Internet of Things, il business del futuro: scopriamo di cosa si tratta

L’Internet of Things è il business del futuro. Esso consiste nella creazione di app dedicate al business (ma non solo) in grado di integrarsi tra loro per semplificare la vita dei cittadini. Si va dalla sveglia che monitora il traffico in città e in caso di ingorghi suona in anticipo per permettere di arrivare puntuali in ufficio, all’utilizzo dei dati personali per proporre agli utenti i contenuti di maggior interesse. È quindi importante, per poter accedere a questo universo, disporre di una buona linea ADSL, servendosi ad esempio di un  servizio di comparazione online delle offerte ADSL come quello offerto da SuperMoney per trovare la tariffa ideale.

Torino come pietra miliare per l’Internet of Things

Sebbene l’IoT sia già estremamente diffuso all’estero, in Italia è ancora poco utilizzato, anche per la mancanza di centri dedicati. La situazione potrebbe però cambiare: Microsoft, in collaborazione con l’Istituto superiore Mario Boella, ha infatti deciso di creare il Microsoft Competence Center, il primo centro italiano completamente dedicato all’”Internet delle cose”. Anche il nostro Paese sembra quindi intenzionato a sviluppare la tematica dell’IoT, conscio delle potenzialità e dei guadagni che può generare: basti pensare che un colosso come IBM ha appena investito tre miliardi di euro in questo business.

Non è la prima volta che l’Istituto Mario Boella si dimostra all’avanguardia in questo genere di attività. Era infatti già stato realizzato, sempre grazie alla collaborazione di Microsoft, un laboratorio digitale al Politecnico, denominato Led. Quell’iniziativa rientrava nel progetto “Digitali per crescere”, iniziativa a livello nazionale diffusa in tutto il territorio. L’obiettivo del nuovo Competence Center è invece quello di aiutare le aziende italiane a pensare e agire in chiave business 2.0, ossia utilizzando l’IoT per semplificare i processi e offrire ai clienti sempre più comodità.

Aiutare le aziende a evolversi

Il Politecnico si conferma un ente molto attivo nel campo ICT. Già dal 2007 esso pensava alle innovazioni collegate alla tecnologia, e aveva infatti sviluppato un Innovation Center per le  telecomunicazioni. Lo scopo di questi progetti promossi dalla città di Torino è aiutare l’economia attraverso la digitalizzazione, consci del fatto che molte imprese nel mondo hanno incrementato il proprio fatturato utilizzando queste risorse offerte dall’ICT.

È importante che l’Italia cominci a sfruttare le possibilità aperte dall’Internet of Things, sia per le aziende che per i cittadini: le prime potranno evolversi ed essere competitive anche a livello internazionale, mentre i secondi guadagneranno nuove risorse in grado di semplificare sia la loro vita lavorativa che quella domestica