Servizi Cloud: come scegliere il miglior server virtuale

708

Una serie di fattori da tenere in considerazione nella scelta della soluzione ideale

Con il cloud computing, alcuni prodotti col tempo sono andati a modificarsi ed altri invece sono stati creati ad hoc, come nel caso del server virtuale.

Attualmente, quando si parla di server virtuale, non si fa più riferimento alla vecchia concezione a cui eravamo abituati ma, al concetto di Cloud Server che è più flessibile, performante ed economico.

Tuttavia, identificare il miglior server virtuale in relazione delle proprie esigenze, soprattutto se non si hanno le giuste competenze, potrebbe rivelarsi difficoltoso. All’interno di questo articolo vogliamo aiutarvi ad effettuare la scelta del giusto servizio.

Vediamo insieme gli aspetti che sono da considerare prima di acquistare un Cloud Server.

Risorse del server virtuale

Sicuramente uno dei primi elementi da prendere in considerazione prima di acquistare un server online è rappresentato dalle caratteristiche hardware. In questo caso si deve prestare attenzione a CPU, RAM e spazio disco.

Dalla CPU dipende la complessità delle operazioni che il server è chiamato a svolgere. La RAM è estremamente importante quando si ha molto traffico e si utilizzano applicativi complessi. In ultimo è da considerare la capacità di storage del server.

Di quanto spazio di archiviazione ha bisogno il nostro sito? La buona regola vuole l’acquisto di una quantità di spazio tale che sia in grado di offrire la possibilità al nostro sito di crescere e per consentire al server di archiviare i file di sistema o log.

Banda e traffico dati

L’ampiezza di banda rappresenta la quantità di dati che possono transitare nello stesso momento. E’ ovvio che più banda si ha a disposizione migliore sarà la capacità per il sistema di supportare più richieste in contemporanea. A tal riguardo è opportuno verificare sempre i livelli di servizio garantiti come la banda minima messa a disposizione per singolo servizio.

Per traffico dati si intende invece la quantità di dati che possono transitare mensilmente. Per capire di quanto traffico abbiamo bisogno solitamente ci si rivolge al proprio Cloud Provider che ci fornirà l’informazione precisa.

Upgrade dell’offerta

L’upgrade delle risorse è fondamentale, solitamente viene offerto da tutti i provider tuttavia è bene accertarsi della possibilità di upgrade in real time per evitare di ritrovarsi in futuro con scarse risorse.

Backup

Quanto è importante il backup dei dati? Prima di acquistare un server virtuale è fondamentale sincerarsi della possibilità di usufruire di un sistema di backup. In questo modo avremo la certezza di avere tutti gli strumenti necessari per garantire la sicurezza del dato. Solitamente, nel momento in cui si scelgono le risorse di cui si ha bisogno, il provider consente di selezionare il tipo di backup di cui si vuol usufruire (se settimanale o giornaliero).

SLA garantito

L’uptime, come l’assistenza (che vedremo subito dopo), è fondamentale nella scelta del giusto servizio di Cloud Server. Avere uno SLA elevato (ad esempio del 99,90%) equivale a dire di avere la garanzia di un’elevata continuità del servizio.

Assistenza  

Anche se con il Cloud Server si ha un controllo della macchina in totale autonomina, quello dell’assistenza resta comunque un fattore di cui non si può fare a meno, soprattutto se non si hanno competenze tecniche.

E’ opportuno saper distinguere l’assistenza tecnica che viene fornita di default dal provider (che di solito è H24) da quella relativa ai programmi di assistenza (ad esempio il System Assurance di Seeweb), attraverso cui si può affidare a più livelli la gestione del server al provider delegando tutte le incombenze sistemistiche per dedicarsi completamente al proprio business. In questo caso il consiglio è quello di dare un occhio di riguardo a tutte quelle aziende che offrono assistenza tecnica anche telefonica.